Trulli

Chi si trova in vacanza in Puglia, in special modo nella sua parte centro meridionale, non può non avere notato delle particolari costruzioni coniche antiche e realizzate con pietre assemblate le une con le altre a secco. Questi edifici, noti come trulli, infatti, fanno parte del tipico paesaggio pugliese, e sono stati resi famosi in tutto il mondo grazie a molti film, che li hanno usati come location principale. Anticamente, il trullo non era altro che una abitazione in cui vivevano le famiglie degli agricoltori, oppure dei temporanei ricoveri nelle campagne. In ogni caso, erano parte della cultura popolare ed ospitavano persone delle classi sociali più basse.

Leggi di più su trulli

124 case nella natura

Trulli

Chi si trova in vacanza in Puglia, in special modo nella sua parte centro meridionale, non può non avere notato delle particolari costruzioni coniche antiche e realizzate con pietre assemblate le une con le altre a secco. Questi edifici, noti come trulli, infatti, fanno parte del tipico paesaggio pugliese, e sono stati resi famosi in tutto il mondo grazie a molti film, che li hanno usati come location principale. Anticamente, il trullo non era altro che una abitazione in cui vivevano le famiglie degli agricoltori, oppure dei temporanei ricoveri nelle campagne. In ogni caso, erano parte della cultura popolare ed ospitavano persone delle classi sociali più basse.

Oggi, il trullo, costruzione tipica della Puglia costruita in forma conica con pietre a secco, sono eccellenti strutture ricettive, molto amate dai turisti di tutto il mondo. Alloggiare in un trullo è una fantastica occasione, quindi, per vivere la natura selvaggia e rustica della regione, per degustare le specialità tradizionali enogastronomiche della Puglia, e pure per scoprire le tante meraviglie offerte culturali e ludiche che questo incredibile territorio può offrire. Tutto questo, dormendo nelle stesse stanze usate dalle famiglie contadine fin dal periodo preistorico, però con tutti i confort di un hotel moderno, comodo ed accogliente. 

Le origini misteriose dei trulli della Puglia

Seppure non si disponga di contrassegni, epigrafi o iscrizioni, ovvero di testimonianze che possano evidenziare la millenaria storia dei trulli in Puglia, quasi sicuramente, questa particolare struttura è risalente all’epoca preistorica. Molti dei trulli originari si sono persi nei secoli e, oggi, i più antichi risalgono circa alla fine del Seicento, e si trovano a ridosso dell'altopiano pugliese della Murgia. Nonostante questo, in alcuni sono stati rinvenuti reperti archeologici di epoca preistorica.

I trulli non furono oggetto di studio e di interesse almeno fino la fine dell’Ottocento. Infatti, fu proprio a partire dal 1870 che vennero formulate alcune primordiali teorie sulle origini del trullo in Puglia, sui suoi usi tradizionali e sulle persone che vi vivevano, anche solo per brevi periodi. In particolar modo, ci si dedicò alle origini riguardanti l’edificazione dei trulli che costituiscono il nucleo di Alberobello. Ancora oggi, le origini delle costruzioni a forma di trullo in Puglia e in particolare dei Trulli di Alberobello, che furono dichiarati il 6 dicembre 1996 Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO, sono oggetto di indagini e controversie.

Il nome deriva dal greco trullos, cioè cupola, e questa struttura costituisce un miglioramento del modello preistorico della thòlos, presente in varie zone d'Italia e del Mediterraneo, per la continuità d'uso di cui sono stati oggetto. La composizione dei trulli in Puglia ha permesso scoprire che vennero edificati da contadini e pastori con le pietre raccolte sul posto, nei poderi stessi, e che originariamente erano costituiti da un solo ambiente, di forma circolare, anche se, nel corso del tempo, la forma subì una lenta trasformazione, arrivando ad abitazioni di più ambienti, composte da un vano principale, più altri vani minori dedicati a dormire. Inoltre, si sa che la propagazione dei trulli fu determinata dal fenomeno della lottizzazione del fondo feudale, che portò all'insediamento sparpagliato dei contadini nei campi e allo sfruttamento agricolo di terreni in precedenza abbandonati, con la esigenza di costruire ricoveri e case in ogni fondo.

Le pareti, molto spesse, servivano per isolare gli abitanti dal clima esterno, mantenendo il calore d’inverno e il fresco d’estate. Oggi, il trullo della Puglia può essere ancora a modulo unitario, cioè formato da un semplice vano, oppure con più ambienti, aggiunti attorno al vano centrale. Per la sua specifica tipicità, il trullo può essere visto come un incredibile esempio ancestrale di prototipo di quelle che, nel XX secolo, sono state le costruzioni modulari e un eccellente ante litteram dell’architettura razionalista e di bioedilizia passiva.

Una vacanza nei trulli pugliesi

Già in un documento risalente al 1840 si parlava di vacanze in un trullo pugliese. Oggi, quando si pensa al trullo, è difficile non ricordare gli oltre mille trulli presenti ad Alberobello, tra i più famosi, ma non gli unici in Puglia. Oggigiorno, molti trulli della Puglia, pur salvaguardando la loro natura, sono a disposizione dei tanti turisti che si recano a visitare questo magnifico territorio per una vacanza oppure per un fine settimana. Si tratta di strutture interessanti tanto da un punto di vista architettonico quanto paesaggistico. Oltre a ciò, una vacanza nei trulli pugliesi, rappresenta una fantastica occasione per trascorrere un rilassante periodo di riposo a contatto diretto con la natura e non solo. Alloggiare in un trullo permette fare un salto nel passato, dormendo nelle stesse stanze uniche dove i pastori preistorici e i contadini dormivano, mangiavano e crescevano la loro famiglia. Si tratta di una vacanza unica, non ripetibile in altre parti del mondo, e oggi perfezionata con molti confort che non fanno sentire la mancanza di hotel di lusso.

Inoltre, località come Alberobello offrono ormai ogni tipo di servizio, dai migliori ristoranti a bar e locali notturni dove divertirsi, pur senza perdere la connessione, tutta speciale, con la natura selvaggia circostante. Tutto questo, a pochi chilometri da alcune delle città d’arte più note al mondo, come Bari, Lecce, Ostuni e da alcune delle città di mare più famose, per esempio Polignano! In conclusione, grazie ad una vacanza nei trulli, si potranno ammirare le infinite bellezze storiche della regione Puglia, degustare la sua cucina tradizionale, nota in tutto il mondo, partecipare alle tradizionali feste folcloristiche e bearsi di una incontaminata natura, sentendosi parte di una storia che segue il suo corso fin dai tempi più remoti. 

Trulli con piscina